LA TECNOLOGIA non si arresta ed in  REMISE EN FORME ha le porte aperte !

LASER FIBRA – Effetti Biologici 

IL PELO 

Il complesso pilo-sebaceo è costituito da: follicolo pilifero, pelo, ghiandola sebacea e muscolo erettore del pelo. 

A contatto con la radice del pelo irrorate dai vasi sanguigni, sono presenti due strutture: la ghiandola sebacea, che in comunicazione con il follicolo pilifero, stimola una sostanza grassa e oleosa, denominata sebo, che ha la funzione di ammorbidire la pelle. Il muscolo erettore del pelo, invece, molto più piccolo dei normali muscoli scheletrici, è connesso

direttamente al pelo e contraendosi causa il fenomeno dell’orripilazione, comunemente chiamato “pelle d’oca”.

La papilla dermica, localizzata nello strato superficiale del derma, fornisce apporto sanguigno ed ossigeno all’epidermide, raggiunge il bulbo pilifero, localizzato alla base del follicolo stesso, il quale riceve nutrimento, favorendo una produzione di cellule che daranno vita ad un nuovo pelo. 

La cuticola, ovvero la parte esterna del pelo (1) presenta scaglie che determinano l’irregolarità della superficie. Sono delle lamelle cornee che hanno lo scopo di proteggere la corteccia sottostante. 

La corteccia (2) è formata cellule epiteliali ricche di cheratina e granuli di pigmento melaninico. Il colore del pelo dipende dalla disposizione di tali granuli. 

E infine il midollo, la parte più interna del pelo. 

In entrambi i sessi sono presenti circa 5 milioni di follicoli piliferi. 

LA MELANINA DEL PELO 

Il colore del pelo è dovuto alla presenza di melanociti presenti nella corteccia. La colorazione dipende dalla quantità e dal tipo di melanina che viene prodotta, nonché dalla dimensione dei melanosomi. 

Nei capelli scuri, per esempio, è presente eumelanina; in quelli biondi e rossi feomelanina. 

Con l’avanzare dell’età i melanociti diventano sempre meno attivi, fino a cessare completamente la produzione di melanina. Si parla in questo caso di incanutimento (capelli bianchi), una condizione che si rende evidente mediamente dai 40 anni in poi.

LE FASI DI CRESCITA DEL PELO 

Il ciclo di vita del pelo può essere sincrono o asincrono, infatti in ogni zona del corpo sono presenti più fasi di crescita del pelo. Le principali sono: 

• Anagen (nascita e crescita). 

• Catagen (distaccamento dalla papilla). 

• Telogen (attività vitali sono completamente cessate caduta del pelo).

 

La fase Anagen è la fase di nascita del pelo, decisamente più corta rispetto alle altre, per questo motivo non possono raggiungere lunghezze importanti come nei capelli. 

Questa è la fase di assorbimento della luce del laser, ovvero quando si otterrà l’eliminazione del pelo. 

In fase Catagen si ha un allontanamento dalla papilla dermica ed Il pelo si ritira spostandosi verso l’alto. 

Quando la radice arriva all’altezza del punto di inserzione del muscolo erettore del pelo, si entra nella fase Telogen. Inoltre in questa fase, la matrice dello stesso follicolo pilifero, darà inizio ad una nuova fase Anagen, grazie al quale il bulbo si ingrosserà nuovamente, e di conseguenza la crescita di un nuovo pelo. Nello stesso follicolo coabiteranno il pelo nuovo che sta crescendo ed il vecchio pelo. 

Un’altra fase importante è quella Kenogen, vera e propria fase di riposo del follicolo. Si manifesta quando tra la caduta del pelo (telogen) e il nuovo (anagen), il follicolo rimane vuoto per un certo 6 

CONSIDERAZIONI 

• Quali fattori influenzano l’epilazione laser? 

1. Le fasi di crescita del pelo 

2. Il colore del pelo 

3. Il colore della pelle 

4. Lo spessore del pelo 

5. Pelo trattato in precedenza 

6. La zona del corpo da trattare 

• Per questo motivo, sono necessarie varie sedute, opportunamente distanziate tra loro, affinché il trattamento risulti davvero efficace. 

• Solo con la giusta scelta dei tempi si ha la garanzia che la maggior parte di peli vengano trattati dal laser quando si trovano in fase Anagen. 

EPILAZIONE PROGRESSIVA PERMANENTE